• HEADER1.png
  • HEADER2.png
  • HEADER3.png
  • HEADER4.png

Psicologia delle disabilità: descrizione e tipologia di prestazioni

1. Descrizione (estratto dal documento di Psicologia delle disabilità, disponibile interamente all’indirizzo http://www.psicologia.toscana.it/index.php?id=636)

La psicologia delle disabilità ha come oggetto di studio e di intervento la persona con disabilità (nelle varie fasi della sua vita), la famiglia e i contesti in cui interagisce con gli altri. Obiettivo principale è il potenziamento della qualità della vita, attraverso l’aumento delle competenze sociali e dell’autodeterminazione (...) Le capacità, i livelli di autonomia e le limitazioni di tipo personale non sono solo il risultato di fattori propri dell’individuo, ma si comprendono qui le loro interazioni con gli ambienti di appartenenza, che spesso risultano incapaci di rispondere adeguatamente alle differenze e diventano fonte di ulteriori difficoltà. Pertanto, lo psicologo delle disabilità valuta tutti i rischi, ma soprattutto le risorse, con l’obiettivo di rendere conto del diritto della persona alla sua qualità della vita, oltre che alla sua partecipazione e autodeterminazione(..).

 

2. Tipologia di prestazioni fornite da Studio Sinapsi

-Diagnosi e valutazione dei profili di sviluppo in bambini con disordini dello sviluppo, disturbi generalizzati dello sviluppo, disturbi dello spettro autistico, disturbi della relazione e comunicazione, disturbi della sfera emotiva.

-Valutazione dei profili di sviluppo e dei livelli di abilità in adolescenti, giovani ed adulti con disabilità intellettive.

-Bilancio delle risorse, attraverso l’utilizzo di una  testistica specifica, oltre che del colloquio psicologico. (Strumenti utilizzati: VINELAND Adaptive Behavior Scales; ICF; Osservazione del gioco spontaneo; PEP3; TTAP; Checklist per le autonomie, Leiter R; Griffith Mental Devolopment Scales; Parenting Stress Index , Questionario di auto-valutazione della competenza genitoriale).

-Valutazione del livello di stress genitoriale.

-Valutazione del livello di competenze educative, comunicative e relazionali del gruppo familiare.

-Progettazione di interventi psicoeducativi e riabilitativi individualizzati per bambini, adolescenti ed adulti con disturbi generalizzati dello sviluppo, disturbi della relazione e della comunicazione, disturbi dello spettro autistico, finalizzati alla prevenzione del rischio di incremento di difficoltà ed al potenziamento delle abilità funzionali, svolti con il contributo di altri professionisti (logopedisti, educatori professionali, insegnanti di sostegno), a scuola, nei centri diurni e nei contesti di vita naturali.

-Supporto all’inclusione lavorativa per giovani-adulti con disabilità intellettive.

-Monitoraggio di percorsi assistenziali e di presa in carico, in un’ottica Life Span (per tutto l’arco della vita).

-Colloqui di sostegno a persone con disabilità acquisite (spesso le persone con disabilità intellettiva presentano problematiche associate di ansia e depressione).

-Attuazione di interventi familiari di sostegno e formazione (conduzione di gruppi, training formativi, Parent Training, gruppi di sostegno per fratelli e sorelle).

-Progettazione di percorsi di pre-formazione e orientamento professionale, quando il ragazzo disabile termina il percorso della scuola dell’obbligo.

-Formazione e supervisione agli operatori che interagiscono con la persona disabile (insegnanti, educatori, personale ausiliario ecc…).

-Costruzione e supporto di reti di collaborazione fra professionisti e istituzioni.

-Attività didattiche e ricerca.